poste italiane sbaglia calcolo buoni

Un’altra vittoria per l’avv. Giulio Fragasso presso il Tribunale di Benevento che riguarda i Buoni Fruttiferi postali sottoscritti successivamente al 1986

E’ stata una delle prime vittorie nei confronti di Poste Italiane, aventi per oggetto dei Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti successivamente al 1986.

Il caso riguarda un risparmiatore titolare di ben tre buoni fruttiferi postali sottoscritti successivamente al 1986. Questo recatosi all’Ufficio Postale del proprio paese, chiedeva l’importo alla scadenza dei tre buoni, ma si accorgeva che i suoi calcoli non coincidevano con quelli che Poste gli prospettava. E’ stato proprio l’errato conteggio che ha avvicinato il risparmiatore al mio studio. Visionando i Buoni era evidente come Poste Italiane aveva commesso un errore; infatti lo stesso Ente aveva utilizzato vecchi moduli di Buoni Fruttiferi Postali aventi serie diverse da quella Q che avrebbe dovuto emettere. Il problema consisteva proprio in questa omissione; i buoni del risparmiatore aveva più timbri di modifica ma solo sul fronte era apposto quello corretto P/Q; mentre sul retro tale dicitura non era presente.

E’ proprio su questa omissione che il Tribunale di Benevento ha emesso sentenza positiva a favore del risparmiatore, sull’intero periodo di 30 anni dei Buoni. Poste infatti, aveva omesso il contenuto del D.M. 1986 che obbligava l’Ufficio Postale ad apporre due timbri di modifica, uno sul fronte con il timbro P/Q e uno sul retro apponendo i tassi d’interesse relativi a tale modifica. Tale omissione ha portato il risparmiatore ad una vittoria importante, perché relativa all’intero periodo di 30 anni dei Buoni Fruttiferi.

Molteplici sono tali omissioni, come è nulla l’informazione nei confronti dei risparmiatori da parte dei mass media, che dovrebbero avere maggior interesse in questi casi che riguardano i risparmi di una vita di tanti risparmiatori che dopo tanti anni sacrifici si vedono dimezzati i propri risparmi.

Se anche voi vi trovate in possesso di buoni fruttiferi postali sottoscritti successivamente al 1986 e volete conoscere il valore effettivo degli stessi per non incorrere ad un cambio non esatto, allora contattatemi allo 3487760380 oppure inviatemi un messaggio a https://www.giuliofragasso.com/contatti/

  1. 26 Agosto 2019

    Salve Avvocato,le scrivo per sapere se era ancora possibile agire legalmente anche se i buoni sono stati riscossi e credo di aver firmato una liberatoria a Gennaio 2017 io ho incassato su due buoni emessi nel 09/1986 la somma di euro 32.000 circa cadauno.

    Spero in un vostro riscontro positivo,grazie

    • 7 Settembre 2019

      Si, certo. E’ possibile ancora agire contro POSTE ITALIANE.
      Per maggiori informazioni in merito mi contatti telefonicamente al 3487760380

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

WhatsApp chat